lingua

IT | DE | EN | FR
login

La prima specialità da citare è il frico, piatto tipico friulano per eccellenza, le cui origini datano metà '400, oltre che nella sua versione originale, anche nelle sue varianti stagionali ove incontra altri ingredienti come le pere, gli asparagi, il radicchio rosso, il porro. Merita l'assaggio il ricco minestrone fatto con la ricetta della nonna, cotto nella pignatta di terracotta e servito nelle ciotole pure di terracotta per mantenere a lungo temperatura e gusto. Le frittate sono le più alte del Friuli (senza aggiunta di birra od altro) grazie alle uova di cortile, alle verdure sempre fresche ed anche alla maestria di Ramona. I clienti non si lamentano neanche delle carni di oca, anatra, coniglio, cucinate semplicemente ed arricchite con spezie dell'orto. Gli insaccati a stagionatura naturale (minimo 6 mesi), si sposano bene con il pane fatto in casa ed i formaggi (solo montasi friulani) con la giornaliera polenta di mais misto giallo e vitreo (cinquantin). Una chicca è il sorbetto al refosco.


Una curiosità: la storia del frico

Il frico è l’alimento più conosciuto quando si pensa alla Carnia anche se ora la sua degustazione è possibile in tutto il Friuli. Non mancano tracce di questa pietanza neanche in Slovenia o in Carinzia. Per quanto riguarda la storia della pietanza il frico è citato già nella metà del XV secolo dal cuoco del Patriarca di Aquileia Maestro Martino e l’origine pare si tramandi così.

Quando a Sant’Ermacora il patriarca andò a predicare passo per Ampezzo e per i Forni Savorgnani. Era un’annata di povertà e miseria e il Santo, chiedendo a dei pastori di essere sfamato, ricevette una fetta di polenta e un pezzo di formaggio a cui si aggiunse latte, acqua, caglio e aceto. Ne derivò una poltiglia biancastra che venne sollevata con il mestolo e unita a formaggio e ricotta diede vita a quello che sarà poi il frico, accompagnato dal Santo con la polenta abbrustolita.

Oggi il frico è adattato in diverse versioni anche se quello originale è fatto con la crosta del formaggio alimento sempre presente in Carnia dove era usanza non sprecare nulla. Un sapore oggi andato perduto, dato che nei migliori agriturismi, come l’agriturismo Cjasal di Pition, il frico è oggi fatto con Montasio DOP.

La ricetta del frico dell’agriturismo Cjasal di Pition

La nostra ricetta del frico con patate (per 6 persone)

4 patate pasta gialla di media grandezza precedentemente lessate e pelate 350 gr di Montasio o latteria di 2-3 mesi. Mischiare il formaggio privato della crosta e tagliato a pezzettini con le patate passate allo schiacciapatate. Mettere il tutto in una padella antiaderente, livellare molto bene con una paletta di legno e lasciar fondere piano piano finchè non si è formata una bella crosticina. Girare e far prendere un bel colore anche -all’altra parte. Se necessario, aggiustare di sale e pepe.

Il refosco: vino tipico del Friuli Venezia Giulia

Una delle specialità dell’ agriturismo Cjasal di Pition è il sorbetto al refosco. Per chi non lo sapesse anche il Refosco dal Peduncolo Rosso è uno dei vini DOC del Friuli, le cui origini risalgono ben al XIV secolo e il cui nome deriva dall’attaccatura dell’acino che è di un’intensa colorazione rosso porpora. Questo vino può essere prodotto solo a Pordenone e Udine e si caratterizza per la buccia sottile ma resistente oltre che un grappolo compatto di dimensioni medie. A chi lo degusta, anche presso l’ agriturismo Cjasal di Pition, questo vino si presenta cristallino e dal colore rosso rubino con riflessi violacei. Si tratta di un vino fresco dal profumo intenso e dalle note floreali e fruttate che richiamano la mora e la ciliegia.

L’abbinamento consigliato dall’agriturismo
Cjasal di Pition

Noi dell’ agriturismo Cjasal di Pition, oltre al tipico sorbetto al refosco, consigliamo di accompagnare questo vino alla selvaggina o ai piatti a base di maiale ma è ottimo anche per essere servito con salumi crudi e cotti o formaggi saporiti. Non solo, presso l’agriturismo potrai trovare anche la ricercatissima marmellata al refosco, dal gusto originale, perfetta per essere consumata in famiglia oppure regalata ad amici e parenti.

domenica 17 maggio 2015

Il nostro Menu

piattoprezzo
antipasti
montasio fresco fuso con polenta5.00 €/porz
grana padano con polenta alla piastra5.00 €/porz
speck5.00 €/porz
affettati misti della tradizione4.00 €/porz
cotto al vapore e kren5.00 €/porz
primi
gnoccone gratinato con spinaci e prosciutto cotto7.00 €/porz
pasticcio di crespelle al ragù7.00 €/porz
secondi
asparagi bianchi al vapore con uova sode8.50 €/porz
frico morbido con Montasio DOP7.00 €/porz
frico morbido con Montasio DOP e cipolla7.00 €/porz
frico morbido con Montasio DOP con le pere7.50 €/porz
frico morbido con Montasio DOP e speck7.50 €/porz
frico morbido con Montasio DOP e asparagi7.50 €/porz
polletto allo spiedo (circa 600gr.)13.00 €/porz
porchetta alla piastra8.00 €/porz
contorni
insalata mista di stagione3.00 €/porz
patate saltate3.00 €/porz
fagioli con la cipolla3.00 €/porz
dolci
bavarese alle fragole4.00 €/porz
strudel con le pere, ricotta e cacao amaro4.00 €/porz
crema catalana4.00 €/porz
semifreddo di primavera3.50 €/porz
crostata alla confettura di ciliege3.50 €/porz
vini
blanc furlan (friulano), bottiglia 75 cl6.50 €
merlot, bottiglia 75 cl6.50 €
cabernet franc, bottiglia 75 cl6.50 €
refosco p.r., bottiglia 75 cl7.50 €
prosecco Valdobbiadene, bottiglia 75 cl16.50 €
bevande
acqua minerale naturale/frizzante, bottiglia 50 cl1.50 €
acqua minerale naturale/frizzante, bottiglia 100 cl2.00 €
bibite, barattolo 33 cl2.00 €
birra Unser Burgerbrau, spina 20 cl2.00 €
birra Unser Burgerbrau, spina 33 cl3.00 €
birra Unser Burgerbrau, spina 50 cl4.50 €
birra Unser Burgerbrau Weissen, bottiglia 50 cl5.00 €
caffè1.00 €
grappe2.00 €

coperto Euro 1.50

Fotografie realizzate da “Punto di vista” e da Giulia Comand.

  • via IV Genova nº 1
  • Pozzuolo del Friuli - UD - 33050
  • s.r 353 Udine - Lignano
  • tel +39 0432 669527
  • fax +39 0432 665415
  • www.agripition.it
  • info@agripition.it

Sito realizzato da IT Pl@net s.r.l. - Denni Tiondenni@it-planet.it